Skip to main content

Quindici milioni di afghani hanno finora ricevuto assistenza dal WFP nel 2021; con l'economia al collasso, necessario un massiccio aumento

Sacchi di cibo del WFP vengono caricati sui camion
Sacchi di cibo vengono caricati sui camion del WFP nella provincia di Balkh. Foto: WFP/Julian Frank
KABUL – L’agenzia ONU World Food Programme (WFP) sta rapidamente potenziando le operazioni umanitarie in Afghanistan per assistere, nel 2022, oltre 23 milioni di persone in condizione di fame grave, con l’inflazione e la svalutazione della moneta che rendono ancora più difficile sfamarsi. Il WFP ha assistito 15 milioni di persone finora nel 2021, solo nel mese di novembre sono state sette milioni, un aumento rispetto ai quattro milioni di persone di settembre.

Il WFP è anche riuscito a preposizione cibo in luoghi strategici, nei territori del nordest e del centro, dove le forti nevicate possono impedire all’assistenza di raggiungere le comunità. Ciò permetterà al WFP di continuare a fornire assistenza salvavita in aree che altrimenti sarebbero state tagliate fuori.

“Una valanga di fame e povertà, come mai mi è capitato di vedere nei miei oltre venti anni di lavoro al WFP, sta sommergendo l’Afghanistan”, ha detto Mary-Ellen McGroarty, Direttrice WFP in Afghanistan.

“Sono orgogliosa di quanto siamo riusciti a fare fino ad ora, ma i bisogni sono giganteschi e noi abbiamo un’enormità di lavoro da fare per evitare che questa crisi si trasformi in una catastrofe. Avremo urgentemente bisogno di 220 milioni di dollari al mese, nel 2022, per assistere 23 milioni di afghani”, ha aggiunto McGroarty.

Secondo gli ultimi sondaggi telefonici del WFP, si stima che il 98 per cento della popolazione non consumi cibo a sufficienza, si tratta di un preoccupante 17 per cento in più rispetto ad agosto. A causa della crisi economica che si avvita su se stessa, del conflitto e della siccità, la famiglia media a malapena riesce ad andare avanti.  

Con l’arrivo del duro inverno, si fa ricorso a misure disperate; nove famiglie su dieci comprano cibo più economico, otto famiglie su dieci hanno ridotto la quantità di cibo consumata, e sette famiglie su dieci prendono cibo in prestito.

  • A novembre, il WFP ha assistito oltre sette milioni di persone, trasportando più di 50.000 tonnellate di cibo, circa il doppio rispetto a settembre. Nel 2021, il WFP ha trasportato oltre 200.000 tonnellate di cibo.
  • Da agosto, la capacità di stoccaggio del WFP è aumentata del 40 per cento (a 88.000 tonnellate).
  • Ad oggi, da inizio anno, il WFP ha assistito oltre 15 milioni di persone in tutte le 34 province del paese. Nel 2022, il WFP fornirà assistenza alimentare e in contante a 23 milioni di persone in tutte le province.
  • Il Servizio Aereo Umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS), gestito dal WFP, fornisce un ponte aereo regionale collegando Pakistan e Tagikistan a Kabul, e servizi interni nel paese trasportando operatori umanitari nelle prime linee della crisi.
  • UNHAS ha operato 2.497 voli nel 2021, trasportato 13.577 passeggeri di 153 organizzazioni umanitarie.
  • Il WFP sta lavorando per: fornire cure nutrizionali e per la prevenzione della malnutrizione a 1,6 milioni di bambini, e donne incinte e che allattano; fornire pasti a scuola, razioni da portare a casa e trasferimenti di contante a 1 milione di bambini in tutto il paese; fornire corsi di formazione per migliorare le competenze professionali e per la gestione dell’ambiente a 1,1 milioni di persone.

Immagini video disponibili qui.

 

#                       #                   #

L’agenzia ONU World Food Programme è stata insignita del Premio Nobel per la Pace 2020. Impegnata a salvare vite nelle emergenze, siamo la più grande organizzazione umanitaria al mondo la cui assistenza alimentare vuole costruire un percorso di pace, stabilità e prosperità per quanti si stanno riprendendo da conflitti, disastri e dall’impatto del cambiamento climatico.

 

Seguici su Twitter @WFP_it, @WFP, @WFP_media, @wfp_Afghanistan

Argomenti

Afghanistan

Contatto

Per maggiori informazioni, contattare (email: nome.cognome@wfp.org):

Shelley Thakral, WFP/Afghanistan, Cell. +91 630 992 7371 / +93708834837

Tomson Phiri, WFP/Ginevra, Cell. +41 79 842 8057

James Belgrave, WFP/Roma, Cell. +39 3665294297 / +263 (0)780056904