Skip to main content

Conflitto e fame si alimentano l'un l'altro, nella Repubblica Democratica del Congo (RDC). L'insicurezza in diverse province del paese causa spostamenti interni di popolazione che, da sfollata, rischia maggiormente di soffrire la fame.

L'insicurezza alimentare continua ad aumentare nel paese, con 21,8 milioni di persone che soffrono di insicurezza alimentare acuta. L'accesso al cibo è diventato una lotta quotidiana per una parte significativa della popolazione. Si stima che 5 milioni di bambini siano gravemente malnutriti. La crisi alimentare nella RDC è la seconda più grave al mondo dopo quella in Yemen e rappresenta una emergenza di alto livello per il WFP. 

Oltre ad affrontare la crisi alimentare, il WFP offre il suo sostegno al governo della RDC nella lotta contro la mortale ed ampia epidemia di Ebola, dichiarata nell'agosto 2018. L'epidemia ha causato la morte di migliaia di persone nelle province del Nord Kivu e di Ituri. Incidenti fatali nella sicurezza e la resistenza delle comunità alla risposta all'epidemia rimangono i principali ostacoli alla lotta contro la diffusione del virus. 

 

L'intervento del World Food Programme in risposta all'emergenza nella RDC

Assistenza alimentare

Il WFP sta provvedendo a distribuire razioni complete di cibo (cereali, legumi, olio vegetale e sale) alle famiglie identificate come particolarmente vulnerabili. Nel 2017, il WFP ha sostenuto 450.000 persone colpite dal conflitto e ha intenzione di raggiungerne 1,2 milioni nel 2018.

Nutrizione

Per prevenire la malnutrizione fra i bambini più piccoli e le donne in stato di gravidanza e in fase d'allattamento, il WFP sta distribuendo speciali razioni di cibo nutriente.

Fai una donazione in emergenza

Aiutaci a raggiungere più persone possibili e a portare loro cibo salva-vita