Skip to main content

Laddove i mercati e il settore finanziario funzionano, i trasferimenti di denaro possono essere un percorso efficace per raggiungere risultati tangibili in materia di sicurezza alimentare e nutrizione.

I trasferimenti di denaro del WFP permettono alle persone di scegliere nei mercati locali come meglio soddisfare i propri bisogni di base, contribuendo anche a rafforzare questi mercati. Nel 2020, il WFP ha trasferito un potere d'acquisto record di 2,1 miliardi di dollari in 67 paesi. Si è trattato del 37% dell'intera assistenza del WFP per quell'anno.

I trasferimenti di denaro possono effettuati attraverso banconote, moneta elettronica, moneta mobile, tramite carte di debito o vouchers che possono essere riscattati presso negozi convenzionati. 

I risultati mostrano che l'elemento della scelta è fondamentale: le famiglie vulnerabili che hanno il potere di decidere sulla propria vita fanno scelte che migliorano la propria sicurezza alimentare e il proprio benessere.

Ad esempio, nel 2018, in Libano, il 91% delle famiglie che hanno ricevuto denaro che poteva essere utilizzato per diverse necessità, ha dato la priorità al cibo nelle spese domestiche, seguito dall'affitto e dalle spese mediche. Nella Repubblica Democratica del Congo, sempre nel 2018, laddove dove venivano utilizzati trasferimenti di denaro è aumentata la prevalenza di famiglie che avevano un consumo di cibo accettabile.

Inoltre, ai trasferimenti in denaro è riconosciuto un effetto moltiplicatore sull'economia locale. Dando la possibilità alle persone di acquistare cibo localmente, essi possono contribuire a rafforzare i mercati locali, a incoraggiare i piccoli agricoltori a una maggiore produttività e a costruire le capacità nazionali. Fra il 2009 e il 2019, i trasferimenti in denaro del WFP hanno immesso circa 6,8 miliardi di dollari nelle economie nazionali.

Al fine di raggiungere gli ambiziosi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) di porre fine alla povertà e alla fame entro il 2030, il WFP promuove l'empowerment di governi e organizzazioni locali per la loro autosufficienza di fronte a una crisi. Poiché il WFP fornisce una parte crescente della sua assistenza in denaro, è in grado di allinearsi con i sistemi nazionali di protezione sociale e supportare i governi nella progettazione, realizzazione e miglioramento degli interventi basati sui trasferimenti di contante.

In Ecuador, il programma di trasferimenti in denaro d'emergenza del WFP, in risposta al terremoto del 2016, è stato fondamentale per rafforzare il sistema nazionale di reti di protezione sociale.

Il WFP mette a punto programmi che integrano denaro, voucher e assistenza in natura per massimizzare l'impatto sulle famiglie e sui mercati e aumentare la scelta delle persone vulnerabili su come ricevere e utilizzare l'assistenza.

A seconda del contesto, il WFP sceglie la modalità di trasferimento più idonea, o una combinazione di modalità, per ottenere i migliori risultati dal punto di vista alimentare e nutrizionale. Una grande importanza viene data alla flessibilità di sequenziare e passare da una modalità all'altra nel tempo e nello spazio in un determinato paese, aumentando la capacità dell'organizzazione di rispondere contestualmente e rapidamente ai bisogni delle persone. Ad esempio, il WFP può utilizzare assistenza in cibo durante la stagione magra e i trasferimenti di contante dopo un raccolto.

I programmi integrati del WFP includono attività strettamente collegate e coordinamento con i partner per garantire una maggiore sinergia, efficacia ed efficienza nel raggiungimento degli obiettivi. Ad esempio, i trasferimenti di contante sono integrati in programmi di assistenza alimentare più ampi che possono servire a rafforzare i mercati,  il settore finanziario e i rivenditori, a promuovere inclusione finanziaria, uguaglianza di genere - tutti effetti che contribuiscono anche a migliorare la sicurezza alimentare. Nell'ambito del rafforzamento della vendita al dettaglio, è interessante notare come, tra gennaio 2017 e giugno 2018, il potere d'acquisto dei beneficiari è aumentato di 27 milioni di dollari in Bangladesh, Kenia, Libano, Giordania e Iraq.