Storie

Risultato raggiunto insieme per i bambini più poveri del mondo: un milione di pasti scolastici WFP grazie a METRO Italia Cash and Carry

Un milione di pasti scolastici WFP grazie a METRO Italia Cash and Carry, in partnership con il WFP Italia Onlus dal 2012. 

I rifugiati rafforzano l’economia locale in Ruanda

L’assistenza in contante, un grande impatto.

Secondo uno studio condotto da una squadra di ricercatori del Programma Alimentare Mondiale e dell’università della California Davis, l’assistenza per i rifugiati ha un effetto positivo sulle economie locali delle aree in cui vivono, un effetto che è amplificato in maniera significativa quando l’assistenza alimentare per i rifugiati avviene sotto forma di contante. I dati e i risultati dello studio sono frutto dell’osservazione degli effetti dell’assistenza alimentare in tre campi per rifugiati congolesi in Ruanda.

Tutte le foto di questo articolo sono di:WFP/Challis McDonough

FAO/WFP: In Yemen, una grave e diffusa insicurezza alimentare

Si prevede che la situazione peggiori se i combattimenti continuano- oltre metà della popolazione vive in uno stato di crisi.

Un nuovo obiettivo per ShareTheMeal dopo il grande sostegno a seguito del Ramadan

Avendo raggiunto l'obiettivo di fornire cibo per un anno a 1.400 bambini siriani rifugiati a Beirut, l'app ShareTheMeal oggi, Giornata Mondiale del Rifugiato, si è posta il nuovo obiettivo di fornire cibo per un anno intero a 1.500 bambini siriani rifugiati nella valle della Bekaa in Libano.

   

Papa Francesco al WFP

Storica visita di Papa Francesco alla sede romana del WFP. Il 13 guigno 2016, Papa Francesco ha parlato al Consiglio d'Amministrazione del WFP prima di rivolgersi allo staff riunitosi ad attendere il suo discorso. Il webcast degli interventi del Papa è stato trasmesso in tutti gli uffici WFP nel mondo. E' la prima volta che un Papa visita un ufficio WFP.

 

Leggi la storia e il comunicato stampa. Guarda il servizio video di CTV sulla giornata di Papa Francesco al WFP.

Video

La sfida FAME ZERO

Al via gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Nei 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030, anche Fame Zero - #ZeroHunger

La sfida Fame Zero, lanciata dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, vuole coinvolgere tutti - individui ed istituzioni - nell'obiettivo di  un mondo senza fame.

E per i ragazzi del nuovo millennio, una guida chiara e concisa per capire l'importanza degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e perchè la loro realizzazione ci riguarda tutti. 

UNHRD - Network di Basi Umanitarie

In Italia, è a Brindisi la Base operativa di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite in grado di inviare aiuti di prima necessità in qualsiasi parte del mondo entro 24-48 ore.