Skip to main content

Il WFP raggiunge 1 milione di persone con sostegno alimentare salvavita nell'Ucraina colpita dal conflitto

Una bambina sorridente, con un cappello e una sciarpa rosa sorride ad una operatrice del WFP inginocchiata davanti a leiFood distribution at the Ukraine-Moldova border reception center near the town of Palanca.
Leopoli – A un mese dall'inizio del conflitto in Ucraina, l'agenzia ONU World Food Programme sta fornendo assistenza alimentare di emergenza a un milione di persone nel paese. Sono stati, inoltre, creati dei sistemi per riuscire a consegnare cibo su larga scala alle comunità bisognose. Camion, treni e minivan consegnano cibo alle persone più vulnerabili in tutto il paese e nei prossimi giorni sono previsti ulteriori convogli.

A seguito di un massiccio aumento delle operazioni, il WFP ha fornito 330.000 pani appena sfornati alle famiglie nella città di Kharkiv, assistenza in denaro agli sfollati a Leopoli e cibo pronto in varie parti del paese. Le forniture alimentari di emergenza del WFP hanno raggiunto anche le aree di conflitto di Sumy e Kharkiv attraverso due convogli umanitari inter-agenzia. Questo a fronte di una volatile situazione di sicurezza, di difficoltà a trovare partner sul campo e delle sfide poste dal fornire assistenza a una popolazione in movimento.

“Solo un mese fa non avevamo nessuna presenza sul campo, nessuno staff, nessuna rete di fornitori o partner. Costruire un'operazione da zero e fornire cibo a un milione di persone sembrava una sfida monumentale", ha detto Jakob Kern, coordinatore delle emergenze del WFP per l'Ucraina. "Ora che le strutture sono state create, abbiamo bisogno di fondi per continuare a fornire assistenza e per aiutare 3 milioni di persone bisognose".

Ci sono oltre 6,5 milioni di sfollati in Ucraina e i sistemi di approvvigionamento che fornivano cibo alla popolazione del paese, preesistenti alla guerra, sono a pezzi. Secondo i risultati preliminari di una valutazione a distanza del WFP, il cibo è tra le prime tre preoccupazioni per le persone in Ucraina, insieme alla sicurezza e al carburante per i trasporti.

Secondo le stime del WFP, il 45 per cento della popolazione è preoccupato di non trovare abbastanza da mangiare. In un paese che coltivava cibo per 400 milioni di persone in tutto il mondo, una persona su cinque ora riferisce di dover ridurre le dimensioni e il numero dei pasti mentre gli adulti saltano i pasti in modo che i propri figli possano mangiare. Quasi 4 milioni di persone, principalmente donne e bambini, sono fuggite dal conflitto e sono profughe nei paesi vicini.

“Stiamo parlando di una catastrofe che si abbatte sopra un'altra catastrofe",  ha detto David Beasley, Direttore Esecutivo del WFP al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in un briefing martedì. “Non avremmo mai immaginato che una cosa del genere fosse possibile. E non sta solo decimando l'Ucraina e la regione. Avrà un impatto globale come non abbiamo mai visto dalla seconda guerra mondiale".

Il conflitto in Ucraina sta dando luogo, come conseguenza collaterale, a un'ondata di fame in altre parti del mondo. I prezzi globali dei generi alimentari sono aumentati notevolmente dall'inizio del conflitto, raggiungendo il massimo storico nel febbraio 2022. Questi aumenti impatteranno sui prezzi alimentari locali e limiteranno ulteriormente l'accesso al cibo per milioni di persone già in forte difficoltà per l'inflazione alimentare nei loro paesi.

“Le conseguenze del conflitto si stanno propagando all'esterno”, ha detto Corinne Fleischer, Direttrice Regionale del WFP . “Prezzi più alti significano che un numero maggiore di persone in tutto il mondo soffrirà la fame. Allo stesso tempo, anche noi del WFP dobbiamo pagare di più per il cibo che compriamo, quindi anche le nostre operazioni in sostegno di quelle persone subiranno un duro colpo. Abbiamo bisogno che il mondo si faccia avanti, è un momento davvero critico”.

Il WFP ha bisogno di 590 milioni di dollari per assistere, per i prossimi tre mesi, con distribuzioni di cibo e denaro 3,1 milioni di persone colpite dalla crisi e sfollati che si spostano all'interno dell'Ucraina, nonché rifugiati e richiedenti asilo nei paesi vicini .

 

                                                                                                                          #                 #                   #

 

L’agenzia ONU World Food Programme è stata insignita del Premio Nobel per la Pace 2020. Impegnata a salvare vite nelle emergenze, siamo la più grande organizzazione umanitaria al mondo la cui assistenza alimentare vuole costruire un percorso di pace, stabilità e prosperità per quanti si stanno riprendendo da conflitti, disastri e dall’impatto del cambiamento climatico.

 

Seguici su @WFP_IT, @wfp_media

Argomenti

Ucraina Logistica e reti di distribuzione Direttore Esecutivo Emergenze

Contatto

Per maggiori informazioni (email: nome.cognome@wfp.org):

Ljubica Vujadinovic, Cracovia,
+393890009052

Tomson Phiri, WFP/ Leopoli,
 +41 79 842 8057

Abeer Etefa, WFP/Cairo,
 +20 106 6634352

George Fominyen,
WFP/HQ  +39 349 9336721

Martin Rentsch,
WFP/Berlino,  +49 160 99 26 17 30

Steve Taravella,
WFP/ Washington,  +1 202 770 5993

Shaza Moghraby,
WFP/New York,  + 1 929 289 9867

Link correlati