Skip to main content

Si può pensare che le carestie siano un ricordo del passato. Dovrebbe, in effetti, essere così. Tuttavia, ancora oggi, 45 milioni di persone nel mondo sono sull’orlo della carestia, e il più piccolo shock potrebbe farle precipitare nel baratro. Quando una carestia viene ufficialmente dichiarata, purtroppo e tragicamente, è già troppo tardi. Migliaia di persone stanno già morendo di fame.

Il WFP ha esperienza e competenze, una diffusa presenza sul campo e la capacità operativa per evitare che si sviluppi una carestia e, quindi, che le persone muoiano a causa della fame. Lavoriamo senza sosta per evitare le carestie ma, per farlo, servono finanziamenti. Il costo dell’inazione verrebbe inevitabilmente misurato in termini di vite perdute.

In un mondo dove aumenta la produzione di cibo, non c’è nessun ragione per cui gli uomini debbano ancora soccombere a questo destino. 

 

Dichiarazione di carestia
  • Almeno il 20 per cento delle famiglie affronta una mancanza estrema di cibo
  • Almeno il 30 per cento dei bambini soffre di malnutrizione acuta
  • Il tasso di mortalità giornaliero per fame o per una combinazione di malnutrizione e malattia è superiore a 2 persone ogni 10.000

La maggioranza delle persone colpite vive in Africa. Tuttavia, si prevede che la fame acuta cresca vertiginosamente in molte aree del mondo, dal Medio Oriente all’America Latina e i Caraibi. 

Le carestie tendono a verificarsi in quelle zone dove l’accesso umanitario viene limitato. Nello Yemen e in Sud Sudan, in particolare, il conflitto, l’insicurezza e i conseguenti sfollamenti stanno portando la fame acuta a livelli allarmanti.

Nel 2021, 584.000 persone vivranno probabilmente condizioni simili alla carestia in Etiopia, Madagascar, Sud Sudan e Yemen. Destano preoccupazione anche la Nigeria e il Burkina Faso con alcune aree che, nei mesi recenti, hanno visto verificarsi condizioni simili alla carestia. 

La minaccia della carestia e della morte per fame cresce anche in: Afghanistan, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Haiti, Honduras, Nigeria, Sudan, Uganda, Venezuela e Zimbabwe. Oltre 45 milioni di persone in 43 paesi sono al momento sull’orlo della carestia e rischiano di non farcela, in aumento rispetto ai 27 milioni di persone del 2019. 

Sud Sudan: bambini a Akobo East, Jonglei, mangiano sorgo con dei frutti locali – l’ultima volta che la carestia è stata dichiarata nel paese era il 2017.
Sud Sudan: bambini a Akobo East, Jonglei, mangiano sorgo con dei frutti locali – l’ultima volta che la carestia è stata dichiarata nel paese era il 2017. 

Quali sono le cause di una carestia?

I conflitti sono la principale causa di carestie, anche se i cambiamenti climatici e le conseguenze della pandemia di COVID-19 contribuiscono ad aumentare notevolmente i numeri della fame. I livelli di fame peggiorano quando, a causa dei conflitti, larghe fette di popolazione sono costrette ad abbandonare le proprie case, le proprie terre e il lavoro. Le carestie tendono a verificarsi laddove l’accesso viene limitato, una eventualità diffusa nelle zone di conflitto. Anche le disuguaglianze sono un fattore di criticità, per milioni di persone avere poche disponibilità economiche significa non potersi permettere cibo sufficiente. 

Le misure messe in campo per limitare il diffondersi del COVID-19 hanno colpito le economie in tutto il mondo, portando milioni di persone alla disoccupazione e in povertà, e lasciando governi e donatori con minori risorse per fare fronte ai bisogni alimentari e nutrizionali dei più vulnerabili. 

Il WFP ha le competenze e la capacità di aiutare a prevenire le carestie attraverso vari approcci.

Come facciamo fronte alle carestie

Assistenza alimentare d’emergenza

Lo strumento più incisivo che il WFP mette in campo per salvare vite umane dalla carestia è l’assistenza alimentare d’emergenza, sotto forma di cibo e di contante. In Yemen, il più grande potenziamento mai effettuato di assistenza alimentare del WFP - da un milione di persone nel 2015 a quasi 13 milioni nel 2019 - ha aiutato ad evitare la carestia.

Tecnologia

Una tecnologia all’avanguardia permette al WFP di lanciare l’allarme laddove le circostanze stiano rapidamente peggiorando, fornendo informazioni preziose utili ad organizzare una risposta adeguata e ad assicurare di raggiungere quanti sono in stato di bisogno urgente.

Logistica & catena di approvvigionamento

Le capacità logistiche e negli approvvigionamenti del WFP muovono enormi quantità di cibo per farlo arrivare laddove ce ne sia maggiormente bisogno, in casi estremi usando anche ponti aerei e lanci dai veivoli. Ogni giorno, ci sono 5.000 camion, 20 navi e 92 aerei del WFP in movimento; ogni anno, il WFP distribuisce oltre 15 miliardi di razioni di cibo.

Visione a lungo termine

Per scongiurare la minaccia di morte per fame e prevenire le carestie servono interventi a lungo termine e più complessi, come un rafforzamento dei sistemi educativi, nutritivi, di resilienza nei mezzi di sostentamento e reti di protezione sociale come, per esempio, i programmi di alimentazione scolastica.

La carestia non è mai inevitabile. Con una pianificazione e un coordinamento adeguati, può essere prevenuta, salvando milioni di vite. Il WFP mette in campo una serie di strumenti per prevenire e rispondere alle carestie. Qui in basso una selezione.

Gli strumenti che usiamo

Meccanismo di Risposta Rapida

Il WFP ha implementato questo strumento in Sud Sudan e nel nord-est della Nigeria, tra gli altri paesi. Le squadre di risposta mobile raggiungono le persone in aree remote e isolate. Utilizzando in genere gli elicotteri, le squadre registrano le persone in stato di necessità in modo che il WFP possa trasportare cibo, rifornimenti nutrizionali e altri tipi di soccorsi via terra, fiume o attraverso lanci aerei.

Mappa della Fame interattiva

La Mappa usa l’intelligenza artificiale, la machine learning e dati analitici per prevedere e seguire l’entità e la gravità della fame quasi in tempo reale in oltre 90 paesi.

Offerta di Servizi di Emergenza

Questo meccanismo mette a disposizione le competenze del WFP nelle catene di approvvigionamento, nell’ingegneria, in IT e nell’amministrazione alla più ampia comunità umanitaria quando si verifica una crisi.

Ѐ ora il tempo di agire

Il WFP si finanzia esclusivamente con contributi volontari. Ogni donazione conta.
Dona ora