Skip to main content

Coronavirus: il WFP pronto alla sfida

Le nostre competenze e infrastrutture al servizio della risposta alla pandemia
, WFP

Fedele alla sua natura di agenzia sempre in prima linea nelle emergenze più difficili, il WFP sta già fornendo supporto nella risposta alla nuova pandemia di Coronavirus (Covid-19) e adattandosi in modo da garantire che le operazioni possano continuare in un contesto estremamente volatile. Che si tratti di una crisi causata da conflitti, disastri o emergenze sanitarie, come le epidemie di Ebola negli ultimi anni, il WFP è preparato e pronto ad aiutare.


1*xB2lU8MI-Humr1XAeW9K5Q.jpeg
Il WFP sta lavorando per ridurre al minimo l'impatto della pandemia globale di Covid-19 sulla vita di milioni di persone già vulnerabili. Photo: WFP/Gabriela Vivacqua


"La sopravvivenza di milioni di persone dipende da noi" dice David Beasley, Direttore Esecutivo del WFP. "Dobbiamo essere all'altezza della situazione ed essere lì per loro".


Risposta immediata


Tra le azioni immediate di risposta alla pandemia Covid-19, il WFP ha fornito supporto agli sforzi del governo cinese per limitare la diffusione del virus fornendo attrezzature mediche salvavita agli ospedali della provincia di Hubei, epicentro della pandemia.


In Iran, uno dei paesi più duramente colpiti dal virus, una generosa donazione del governo giapponese sta consentendo al WFP di garantire una fornitura per due mesi di dispositivi di protezione personale — maschere, guanti e tute — ad oltre 2.000 dipendenti e volontari della Mezzaluna Rossa iraniana. Gli articoli saranno trasportati via aerea in Iran dalla Base di Pronto Intervento Umanitario (UNHRD) di Dubai entro le prossime settimane.


Inoltre, il WFP continuerà a fornire cibo e denaro ai 31.000 rifugiati afgani e iracheni che vivono in insediamenti in tutto il paese per garantire un livello accettabile di bisogni alimentari.


1*eTntGo799Zk2zh1d-2Ox9A.jpeg
I rifugiati e gli sfollati a causa di conflitti o catastrofi sono tra le categorie più vulnerabili al mondo. Nella foto: una distribuzione di cibo nella Siria nord occidentale. WFP/Fadi Halabi


Altrove, il WFP sta fornendo sostegno alle attività di preparazione e di risposta di vari governi, come in El Salvador, dove il WFP ha fornito al governo del paese centro americano supporto tecnico e finanziario per l'installazione di depositi e per l'immagazzinamento e la consegna di materiale donato destinato a chi è in quarantena. Il WFP ha, inoltre, fornito assistenza alimentare immediata a chi è in isolamento e, in stretta collaborazione con i partner, sta lavorando per assicurarsi che queste persone abbiano accesso a cibo nutriente.


Prepararsi a ciò che verrà


Nel quadro delle crescenti preoccupazioni sulla diffusione del virus e sulle conseguenze che questo— e le misure di protezione adottate per contenerlo — potrebbe avere sui sistemi alimentari, il WFP sta utilizzando la sua lunga esperienza per monitorare mercati, filiere e prezzi.


L'analisi è estesa anche all'individuazione delle aree di vulnerabilità, sia in termini di luoghi che di programmi, con i programmi di alimentazione scolastica particolarmente colpiti dalla chiusura delle scuole in dozzine di paesi. Man mano che le scuole chiudono in tutto il mondo, milioni di bambini perdono i pasti e gli spuntini nutrienti che normalmente ricevono nei luoghi dedicati al loro apprendimento.


1*pZbfOy1F4lIwXqLke_Kk4g.jpeg
La chiusura delle scuole implica l'interruzione dei pasti e degli snack nutrienti che milioni di bambini ricevevano giornalmente nelle strutture scolastiche. Foto: WFP/Charlie Musoka


I dati raccolti su possibili interruzioni della catena di approvvigionamento, carenze alimentari o aumento dei prezzi aiuteranno il WFP a garantire che gli 86 milioni di persone che, quest'anno, ha in programma di sostenere continueranno a ricevere l'assistenza alimentare di cui hanno bisogno, quando ne avranno bisogno.


Avere il cibo in loco — e la flessibilità di passare da assistenza in natura ad assistenza in denaro o viceversa — è di fondamentale importanza. Il WFP sta attualmente preparandosi a pre-posizionare scorte di cibo così che siano facilmente accessibili e prontamente disponibili, anche in caso di restrizioni commerciali o di movimento, o di altre interruzioni che potrebbero verificarsi in caso di disordini sociali.


Partenariati vitali


In un momento come questo, è fondamentale avere finanziamenti completi e flessibili per consentire la pianificazione d'emergenza che darà modo alle operazioni di poter continuare senza intoppi. Il WFP è in contatto costante con i governi donatori per aggiornarli sulla situazione in rapida evoluzione e per garantire che vengano prese le giuste decisioni sulle priorità di finanziamento per fornire un flusso certo di assistenza alimentare vitale alle popolazioni vulnerabili.


1*nxCaN8k07h70rmBSc8TqEA.jpeg
L'UNHRD Panama si sta preparando a spedire dispositivi di protezione individuale (DPI) per conto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a supporto degli operatori sanitari in 13 paesi sudamericani. Foto: WFP/Photolibrary


In qualità di agenzia a capo dei Cluster per la Logistica e le Telecomunicazioni di emergenza, il WFP è anche pronto a mettere a disposizione, se necessario, competenze ed infrastrutture ad altre agenzie umanitarie e delle Nazioni Unite che si uniscono nella risposta al virus. In precedenti emergenze globali ciò si è rivelato prezioso, come anche l'uso delle Basi di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD), gestite dal WFP e posizionate in varie parti del mondo per il carico e la consegna di rifornimenti vitali.


Aiutate il WFP in questo momento di crisi globale. Dona ora.