Skip to main content

Il WFP alla COP28

ROMA – Il World Food Programme (WFP) sarà alla COP28 per chiedere un’azione urgente sul clima al fine di proteggere quanti sono in prima linea nella crisi climatica. La crisi climatica sta provocando la fame in tutto il mondo: gli estremi climatici hanno spinto, solo lo scorso anno, ben 57 milioni di persone in una grave insicurezza alimentare. Il WFP presenterà soluzioni per proteggere le persone più colpite dai cambiamenti climatici, in particolare nelle aree fragili e colpite da conflitti.

Presenze del WFP alla COP28:

• Cindy McCain – Direttrice Esecutiva WFP

• Gernot Laganda – Direttore WFP per il clima e la riduzione del rischio catastrofi

• Martin Frick – Esperto di clima e sistemi alimentari e Direttore dell'Ufficio WFP di Berlino

• Menghestab Haile – Direttore Regionale WFP per l'Africa Australe

• Volli Carucci – Direttore Sistemi Alimentari/Resilienza

• Rappresentanti WFP dei paesi: Iraq, Madagascar, Mozambico, Colombia, Ecuador, Tanzania, Zimbabwe (altri esperti disponibili su richiesta)

Per interviste contattare: jenny.wilson@wfp.org; +39 342 123 5169 o zeina.habib@wfp.org +971 52 4724971

 

Alcune risorse per i giornalisti.

 

Virgolettati attribuibili:

La combinazione di cambiamento climatico e conflitti sta seminando il caos in tutto il mondo. Gli angoli più fragili del pianeta – quelli che hanno contribuito meno al cambiamento climatico – hanno anche ricevuto il minor sostegno per le attività di preparazione. E quando le persone sono costrette a lasciare le proprie case o a lottare per trovare cibo a causa degli shock climatici, questo alimenta i conflitti per l’insicurezza e la disperazione. C’è bisogno di meccanismi di difesa più forti per evitare che accada il peggio dal momento che gli eventi climatici si intensificano e hanno sempre maggiore impatto. Se il mondo non si fa avanti per aiutare ora, nel futuro assisteremo a più fame e più instabilità”, Cindy McCain, Direttrice Esecutiva WFP.

L’anno scorso, il WFP ha aiutato 15 milioni di persone in 42 paesi a proteggersi da shock climatici sempre peggiori. Nello stesso periodo, però, altri 57 milioni di persone hanno sofferto la fame acuta a causa di eventi meteorologici estremi. Siamo pronti ad aumentare la protezione climatica attraverso sistemi di allarme rapido, trasferimenti anticipati di denaro, assicurazione climatica e progetti di resilienza a livello comunitario, ma per mettere in atto questa protezione vitale abbiamo bisogno di un maggiore impegno da parte dei finanziatori del clima e dello sviluppo”, Gernot Laganda, Direttore WFP per il Clima e la Riduzione del Rischio Disastri.

 

Video sugli impatti climatici e sul lavoro del WFP su clima e famehttps://multimedia.wfp.org/Share/j16bldor00368520admxabtqy0a2tht6

 

Twitter space: 6 dicembre, 12,00 ora italiana. In che modo l'azione per il clima in contesti fragili può ridurre i bisogni umanitari?@WFP

 

Il WFP sarà presente alle seguenti sessioni della COP28 nella Zona Blu (gli orari sono con fuso orario GST, ora di Dubai):

- 3 dicembre, 12:00 – 13:30, Teatro Al Waha: evento di lancio ufficiale della Dichiarazione COP28 su clima, aiuti, ripresa e pace

- 3 dicembre, 16:00 – 17:00, tavola rotonda Al Saih: evento principale della Giornata tematica sugli aiuti, la ripresa e la pace della CoP28 "Dall'aiuto allo sviluppo resiliente al clima"

- 4 dicembre, 13:15 – 14:45, Sala SE 2: Affrontare le perdite e i danni derivanti dai cambiamenti climatici: prospettive e soluzioni dal settore umanitario

- 5 dicembre, 13:00 – 14:00, Padiglione UNFCCC: Innovazione 4 Adattamento - affrontare le emergenze climatiche e della fame

- 8 dicembre, 14:00-15:00, Al Waha, WCAS Theatre: Nutrire il pianeta, sostenere il futuro: reinventare i pasti scolastici per la salute planetaria e infantile. Collegamento livestream

 

#                 #                   #

 

L’agenzia ONU World Food Programme è la più grande organizzazione umanitaria al mondo impegnata a salvare vite nelle emergenze e la cui assistenza alimentare vuole costruire un percorso di pace, stabilità e prosperità per quanti si stanno riprendendo da conflitti, disastri e dall’impatto del cambiamento climatico.

 

Seguici su Twitter @WFP_it, @WFP, @WFP_media

 

Argomenti

Clima

Contatto

Per maggiori informazioni, contattare (email: nome.cognome@wfp.org):

Jenny Wilson, WFP/ Dubai, +39 342 123 5169

Zeina Habib, WFP / Dubai, +971 52 4724971

Emanuela Cutelli, WFP/Roma, +39 347 277 22 99

Nina Valente, WFP/ Londra, +44 (0)796 8008 474
Martin Rentsch, WFP/Berlino, +49 160 99 26 17 30 

Jordan Cox, WFP/Bruxelles, +39 338 9957376
Shada Moghraby, WFP/New York, + 1 929 289 9867

Steve Taravella, WFP/ Washington, +1 202 770 5993