Skip to main content

I primi aiuti alimentari d’emergenza arrivano in Indonesia

Bantul, Indonesia, 28-05-06 (comunicato stampa) - Il Programma Alimentare Mondiale (PAM) delle Nazioni Unite ha cominiciato oggi a distribuire razioni alimentari d’emergenza ai sopravvissuti del devastante terremoto che ha colpito l’isola di Giava, in Indonesia, sabato scorso. A 36 ore dal sisma, tre camion con 30 tonnellate di biscotti ad alto contenuto energetico del PAM sono arrivati a Bantul e Klaten, due dei distretti maggiormenti colpiti dal terremoto. I biscotti hanno un alto contenuto di vitamine e minerali e sono sufficienti a nutrire 20.000 persone per 7 giorni.

Altri cinque camion che trasportano pasta arricchita, partiti oggi da Jakarta, arriveranno domani mattina nell’area colpita dal sisma. I rifornimenti saranno consegnati ogni giorno. TNT, partner consolidato del PAM, ha messo a disposizione i camion, in modo che il cibo possa arrivare il più presto possibile.

Il PAM ha utilizzato delle scorte alimentari che aveva a disposizione a Jakarta e nella vicina città di Solo. Data la carenza di depositi e magazzini nelle aree colpite, l’agenzia ha inviato depositi mobili, già utilizzati nell’emergenza dello tsunami.

Un aereo noleggiato dal PAM è arrivato nelle prime ore del giorno a Solo, distante circa 3 ore via terra dalle zone colpite – trasportando un team d’emergenza medica da Aceh e 2 tonnellate di medicinali.

Si prevede che in serata un team congiunto di valutazione d’emergenza delle Nazioni Unite, condotto dal PAM, raggiunga Bantul per cominciare a quantificare i danni e fornire l’assistenza necessaria al governo indonesiano. Il team è composto dall’Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA), l’UNICEF, UN Development Programme (UNDP), l’UNFPA, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e organizzazioni non governative.

E’ una tragedia terribile che colpisce moltissime persone, in un paese che ha già sofferto così tantoJames Morris, Direttore Esecutivo del PAM
“E’ una tragedia terribile che colpisce moltissime persone, in un paese che ha già sofferto così tanto”, ha detto James Morris, Direttore Esecutivo del PAM.

“Appena saputo del terremoto il PAM e i suoi partners si sono mobilitati per fornire una pronta assistenza ai sopravvissuti, facendo ricorso alle scorte dislocate nelle aree vicine e all’aereo che distribuisce aiuti nelle aree colpite dallo tsunami dell’anno scorso” ha aggiunto Morris.

"Così come accaduto con lo tsunami, il PAM è pronto e preparato ad affiancare il Governo dell’Indonesia nel rispondere a quest’ultimo tragico disastro naturale. Le forniture di cibo, pasta arricchita e biscotti ad alto contenuto energetico saranno d’aiuto immediato per i senzatetto” ha detto Tony Banbury, Direttore Regionale per l’Asia.

Il terremoto, di intensità 6,3 della scala Richter, ha colpito l’isola indonesiana di Giava sabato 27 maggio, poco prima dell’alba. Stime parlano di più di 3.000 vittime e di almeno 200.000 senzatetto.