Skip to main content

21 maggio: parte nel mondo la marcia contro la fame

Roma, 19-05-06 (comunicato stampa) - Centinaia di migliaia di persone si stanno organizzando in tutto il mondo per partecipare alla marcia Walk the World del 21 maggio, organizzata dal Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM) e dai suoi partner, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla fame dei bambini nel mondo.

Si tratta di una delle più vaste e variegate manifestazioni della storia a sostegno di milioni di bambini che ancora oggi soffrono la fame e per la realizzazione del primo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio: dimezzare la proporzione degli affamati entro il 2015.

Si stima che domenica 21 maggio più di 700.000 persone in oltre 100 paesi, a partire dalle 10 del mattino e coprendo tutti 24 i fusi orari, marceranno per 5 chiilometri per sottolineare l’importanza della lotta contro la fame. Moltissimi bambini di ogni parte del mondo, dall’Asia all’Africa all’America Latina parteciperanno alla marcia. Nella sola Africa sub sahariana ne sono attesi circa 100.000. Molti di loro sono anche beneficiari dell’innovativo programma di alimentazione scolastica del PAM, un progetto che ha avuto un grande successo in tutto il mondo.

Questi bambini si uniranno a un coro sempre più numeroso di voci provenienti da tutto il mondo per dire che è innacettabile che, ancora oggi, 300 milioni di loro coetanei soffrano di fame cronica.


Fight Hunger: Walk the World – Il mondo in marcia contro la fame

, sponsorizzata da TNT, azienda leader nella distribuzione espressa globale e nella logistica, è giunta alla sua terza edizione. L’evento è uno dei principali mezzi per attirare l’attenzione e coinvolgere a livello globale il pubblico nella lotta contro la fame e per realizzare il primo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

“Lo scopo di questa marcia è creare un movimento nell’opinione pubblica per contribuire a eliminare la fame dei bambini. Coinvolgendo cittadini di paesi sia ricchi che poveri, i governi risponderanno all’appello e si impegnaranno più a fondo per sradicare la fame che affligge tanti bambini nel mondo”, ha detto Arlene Mitchell, Direttore di Walk the World per il PAM.



Fight Hunger: Walk the World – Il mondo in marcia contro la fame

inizierà ad Auckland, in Nuova Zelanda, alle 10.00 del mattino e proseguirà in tutto il mondo, per 24 ore attraverso 24 fusi orari. Le marce saranno diverse in ogni paese: si stima che più di 70.000 bambini in età scolare vi parteciperanno in Liberia; migliaia di persone convergeranno nei pressi della Piazza Rossa a Mosca; in Tanzania un gruppo di scalatori si arrampicherà sul monte Kilimanjaro; in Nepal un operatore del PAM ha già piantato la bandiera di Walk the World sulla cima del monte Everest.

Il PAM invita chi fosse interessato a partecipare alla marcia a visitare il sito www.fighthunger.org per saperne di più su questo storico evento.

Varie città d’Italia hanno aderito alla marcia, che si svolgerà in contemporanea a Roma (ore 10, partenza da Piazza del Popolo), Brindisi, Catania, Firenze, Genova, Monza, Torino e Trento (a Bologna si è svolta eccezionalmente il 14 maggio).

Coloro che volessero dare il proprio contributo all’iniziativa “Fight Hunger: Walk the World” possono farlo unendosi alla marcia o facendo una donazione attraverso www.fighthunger.org. Il sito contiene informazioni sugli eventi legati alla marcia che si svolgeranno nelle diverse parti del mondo ed inoltre: storie, blogs, video, musica e suggerimenti utili, fungendo da forum globale e mappa per la lotta alla fame dei bambini.

I progetti del PAM per la Salute Materna ed Infantile e quello per la Nutrizione, diffusi su larga scala, sono rivolti alle donne gestanti e ai bambini. Essi mirano a ridurre la fame infantile. Con il Programma di Alimentazione Scolastica, inoltre, l’agenzia distribuisce cibo nelle scuole primarie. Lo scorso anno il PAM ha fornito pasti a 21.7 milioni di scolari in 74 paesi e ha in programma di raggiungerne 50 milioni entro il 2008.

Troppo spesso, infatti, i bambini, in particolare le bambine, non hanno accesso all’istruzione perché i loro genitori non possono permettersi di mandarli a scuola. Tuttavia, la scolarizzazione delle bambine è uno degli strumenti più efficaci per spezzare il circolo vizioso che lega, attraverso le generazioni, povertà, ignoranza, malattie e fame.

La partecipazione a

Fight Hunger: Walk the World – Il mondo in marcia contro la fame

è libera ed aperta a tutti coloro che condividono le finalità dell’evento. Il PAM incoraggia chi volesse unirsi alla marcia a registrarsi attraverso il sito www.fighthunger.org o a contattare gli organizzatori dell’evento locale.