Appello urgente per un'azione comune nella regione del Sahel, in Africa occidentale

Pubblicato il 15 febbraio 2012

Dopo una riunione di emergenza che si è svolta alla sede generale del WFP a Roma, i capi delle agenzie delle Nazioni Unite, i rappresentati governativi dei paesi colpiti e i principali donatori si sono detti d’accordo nel sottolienare come sia giunto il momento di un intervento umanitario nel Sahel. Copyright WFP/Rein Skullerud 

Dichiarazione comune delle Nazioni Unite, della Commissione Europea e di USAID sul deteriorarsi della situazione nel Sahel
I capi delle agenzie delle Nazioni Unite, i rappresentati governativi dei paesi colpiti e i principali donatori hanno lanciato oggi un appello urgente per rafforzare l’assistenza umanitaria, per  la ricostruzione e lo sviluppo in modo da fronteggiare i livelli crescenti di fame e malunutrizione causati dall’effetto combinato di siccità, alti prezzi alimentari, popolazioni sfollate e conflitti  che colpiscono il Sahel, nell’Africa occidentale.
 
Dopo una riunione di emergenza che si è svolta alla sede generale del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP), a Roma, i partecipanti si sono detti d’accordo nel sottolienare come sia giunto il momento di un intervento umanitario nel Sahel.
 
I leaders, presenti all’incontro, si sono espressi a favore di una risposta articolata,  rapida e robusta alla crisi per rispondere ai bisogni dei più vulnerabili  - specialmente donne e bambini – tra i milioni colpiti dalla siccità. Hanno sollecitato un’azione che metta assieme assistenza immediata, interventi post crisi e di più lungo periodo per lo sviluppo.
 
Inoltre, si sono impegnati a lavorare assieme per far fronte ai bisogni immediati, alimentari e nutrizionali, delle popolazioni  colpite parallelamente al sostegno a quei programmi che mirano a colpire alla radice il problema di fame e malnutrizione aiutando, altresì, le comunità che vivono in zone cronicamente colpite dalla siccità, a dotarsi di maggiori strumenti per far fronte alle emergenze. Tra gli interventi previsti vi sono il sostegno ai piccoli contadini in modo che fronteggino meglio le difficili condizioni climatiche ed economiche.
 
Tutti si sono detti d’accordo nel facilitare, con azioni concrete,  il percorso verso la ricostruzione e verso uno sviluppo sostenibile. 
 
I partecipanti della riunione di emergenza 

Hanno partecipato all'incontro: il Direttore esecutivo del WFP, Josette Sheeran, il Direttore generale dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), José Graziano da Silva; il Presidente  del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), Kanayo F. Nwanze; il Vice Segretario Generale per gli Affari umanitari ONU e  Coordinatore per gli interventi di  Emergenza, Valerie Amos; il Curatore del Programma di Sviluppo Onu (UNDP), Helen Clark; il Commissario per gli Aiuti Umanitari e la Risposta alla Crisi dell’Unione Europea, Kristalina Georgieva; il Vice Amministratore di USAID, Nancy Lindborg.