Una buona alimentazione dipende da sistemi alimentari sostenibili

Pubblicato il 17 ottobre 2013

Sistemi alimentari sostenibili garantiscono apporti calorici adeguati e garantiscono alle generazioni future la sicurezza di una nutrizione sana ed appropriata. Per saperne di più leggi il rapporto pubblicato dal WFP e dalla FAO. (Copyright: WFP/Stephanie Tremblay)

Per molte delle 842 milioni di persone che soffrono la fame nel mondo, la soluzione non è nella distribuzione gratuita di cibo, quanto nel creare sistemi alimentari locali più produttivi e affidabili in modo che il cibo nutriente sia sempre disponibile, anche ai più poveri. Ma che cosa è esattamente un sistema alimentare? E come si può rafforzare?

ROMA -  Nel mondo in via di sviluppo, i processi attraverso cui il cibo viene coltivato, venduto e distribuito a volte sono fragili. La terra può essere arida e non adatta all'agricoltura. Gli stessi agricoltori possono non disporre delle competenze o delle tecniche di cui hanno bisogno. Ci può essere una carenza nella capacità di stoccaggio o i mercati possono essere mal collegati o addirittura inaccessibili.

Tutte questi elementi costituiscono ciò che può essere chiamato un 'sistema alimentare'. Un problema in qualsiasi parte del sistema influenzerà la capacità delle persone di procurarsi il cibo di cui hanno bisogno. L'importanza di costruire solidi sistemi alimentari, in grado di garantire alle comunità una sana alimentazione, è il tema centrale della Giornata Mondiale dell'Alimentazione di quest'anno.

Ecco tre esempi di progetti del WFP che stanno contribuendo alla creazione di solidi sistemi alimentari:

In un villaggio del Mali si costruisce una nuova diga

In un villaggio del Mali, la mancanza d’acqua durante i mesi secchi dell'anno ha impedito agli agricoltori di coltivare il cibo di cui la comunità bisogno per ottenere la “sicurezza alimentare”. Inoltre, la siccità ha limitato la varietà di cibo che può essere coltivato. Il WFP ha fornito cibo agli agricoltori nel corso del loro lavoro di costruzione di una diga, la cui acqua potranno in seguito utilizzare per irrigare i campi. Ciò ha permesso loro di coltivare diversi alimenti, tra cui un numero maggiore di verdure. La popolazione sarà quindi in grado di diversificare la dieta e mangiare meglio. Il risultato è che l'intera comunità ha ora un bene (la diga), che renderà il loro sistema alimentare nel complesso più sano.

Il cibo del WFP in una scuola in Bhutan 

In Bhutan, in una scuola il WFP fornisce due dei tre pasti che gli studenti consumano ogni giorno. L’aiuto del WFP serve anche ad insegnare agli studenti come coltivare alimenti nutrienti e a fornire le conoscenze necessarie per la produzione di cibo. Ora, la scuola ha integrato il cibo fornito dal WFP con le verdure di produzione propria, fornendo così una dieta più nutriente agli studenti. In un paio d'anni, l’aiuto del WFP non sarà più necessario e si prevede che le autorità governative si prenderanno carico del progetto. A quel punto, sarà stato creato un sistema alimentare sano che dovrebbe aiutare le persone locali a mangiare meglio per gli anni a venire.

Nuovi mercati per gli agricoltori in El Salvador 

In una comunità in El Salvador, per anni i piccoli agricoltori sono stati costretti a vendere il loro mais di bassa qualità e i fagioli ad un prezzo ridotto perché non avevano la capacità o disponevano dei collegamenti necessari per accedere a mercati più ampi. Con l'aiuto di un’iniziativa coordinata dal WFP, l'associazione El Garucho, composta da 65 agricoltori, ha migliorato la qualità della produzione e sviluppato capacità imprenditoriali tanto che ora i piccoli agricoltori sono in grado di vendere ai grandi compratori, tra cui un importante produttore di farina salvadoregno e il WFP stesso. Di conseguenza gli agricoltori hanno ora un approccio economicamente sostenibile - e la loro comunità sta diventando sempre più sicura a livello alimentare.