Rendiconto della raccolta fondi per la campagna congiunta Unicef-WFP SMS “Emergenza Nepal”

Pubblicato il 11 novembre 2015

CAMPAGNA CONGIUNTA UNICEF-WFP SMS “Emergenza Nepal”
27 aprile – 17 maggio 2015
IN COLLABORAZIONE CON IL SEGRETARIATO SOCIALE RAI 

La finalità della campagna UNICEF-WFP SMS “Emergenza Nepal” è stata quella di raccogliere fondi a sostegno degli interventi di emergenza nel Paese, a causa del disastro causato dal violentissimo terremoto del 25 aprile 2015, a cui a maggio ne è susseguito un altro di quasi pari entità. I terremoti hanno causato 8.897 vittime, di cui 2.277 bambini e 22.300 feriti. L’UNICEF stima in oltre 2,8 milioni le persone in bisogno di aiuto, di cui 1,1 milioni bambini.  

Grazie alla generosità degli italiani, la campagna UNICEF-WFP è riuscita ad assicurare interventi di emergenza nei settori operativi di nutrizione, sanità, acqua e igiene, protezione dell’infanzia ed istruzione.

RISULTATI RAGGIUNTI

Grazie al sostegno della RAI, i risultati conseguiti con la raccolta dei fondi sono pari a € 1.480.981,40, frutto anche della collaborazione delle principali compagnie telefoniche – TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce, Telecom Italia, Fastweb e TWT – che hanno messo a disposizione per tre settimane, dal 27 aprile al 17 maggio 2015, il numero unico 45596.

 

RICEZIONE DEI FONDI E IMPIEGO DELLE RISORSE

La concreta ricezione da parte dell’UNICEF e del WFP dei fondi raccolti attraverso l’SMS è avvenuta tra il 24 giugno e il 2 ottobre 2015. Anche grazie ai fondi raccolti da questa campagna, l’UNICEF ha vaccinato 537.081 bambini tra i 6 mesi e i 5 anni contro morbillo, rosolia e poliomielite; ha garantito a 764.608 persone accesso ad acqua potabile per cucinare e per l’igiene; ha realizzato 1.568 Centri temporanei di apprendimento per 141.600 bambini, formato 4.593 insegnanti e distribuito a 587.330 bambini kit scolastici e per lo sviluppo della prima infanzia. Inoltre 16.094 bambini hanno beneficiato di 226 spazi protetti a misura di bambino.

Anche grazie ai fondi donati per questa campagna, il WFP ha distribuito cibo salva-vita a circa 2 milioni di persone sopravvissute al sisma e a coloro che ne hanno avuto più bisogno. Oltre a questa assistenza, uno speciale intervento nutrizionale ha riguardato, in particolare, 35.000 bambini e 1.600 donne incinte e che allattavano. Il WFP ha fornito assistenza alimentare anche nei mesi successivi al sisma, raggiungendo oltre 1 milione di persone che avevano perso tutto. Il WFP fornisce servizi logistici per l’intera comunità umanitaria e ha messo a disposizione quattro elicotteri per il trasporto di merci di soccorso e personale umanitario per poter raggiungere 12 distretti altrimenti irraggiungibili.

L’UNICEF e il WFP ringraziano per il sostegno la RAI, i responsabili dei programmi, i testimonial e tutti i conduttori che hanno voluto condividere con noi l’iniziativa solidale.