Miti da sfatare sulla fame nel mondo

Pubblicato il 24 ottobre 2011
Nel mondo non c'è abbastanza cibo per sfamare tutti; la maggioranza di persone che soffrono la fame vive in Africa; la fame è soprattutto una questione di siccità e disastri naturali. Vero? Ebbene no, queste affermazioni sono false. Rappresentano, però, una serie di luoghi comuni (o miti) che gli 11 punti in basso vogliono sfatare.

Mito n. 1 - Nel mondo non c'è cibo a sufficienza per tutti.

Fatto: C'è abbastanza cibo, nel mondo, oggi, affinché tutti possano avere la nutrizione necessaria per una vita sana e produttiva. Tuttavia, c'è bisogno di maggiore efficienza, maggiore sostenibilità e maggiore equità nel modo in cui viene coltivato e distribuito il cibo. Si tratta di sostenere i piccoli agricoltori, che costituiscono la maggioranza di quanti coltivano la terra nei paesi in via di sviluppo, ed aiutarli ad avere equo accesso ai mercati.

Mito n. 2 - Avere fame significa semplicemente non avere abbastanza da mangiare.

Fatto: Essere malnutriti significa anche non mangiare il cibo giusto. Una buona nutrizione implica assumere la giusta combinazione di elementi nutritivi e di calorie necessarie per uno sviluppo sano. Ciò è tanto più importante per i bambini e per le donne incinte.

Mito n. 3 - Le siccità e altri disastri naturali sono la causa della fame.

Fatto: Le comunità che costruiscono sistemi di irrigazione, depositi e strade che facilitino l'accesso ai mercati, hanno raccolti migliori. Ciò significa che le persone possono sopravvivere durante i periodi di siccità. Le cause naturali rappresentano solo una parte dei fattori che causano la fame. Dal 1992, la proporzione delle crisi alimentari collegate a fattori umani è più che raddoppiata. I conflitti sono spesso al centro delle peggiori crisi alimentari di oggigiorno.

Mito n. 4 - La fame si manifesta solo quando non c'è abbastanza cibo.

Fatto: Le persone possono soffrire la fame quando non possono permettersi di acquistare il cibo o quando non riescono ad accedere ai mercati locali. Un modo per aiutarle è con i trasferimenti di contante e i voucher elettronici, che danno alle persone la possibilità di acquistare cibo nutriente nei mercati locali.

Mito n. 5 - Chi soffre la fame vive in Africa.

Fatto: Nel mondo, quasi un miliardo di persone soffre la fame. Di questi, oltre la metà vive nella regione Asia/Pacifico. Tuttavia è vero che, se consideriamo la proporzione degli affamati sulla popolazione totale, è l'Africa a soffrire più la fame.

Mito n. 6 - C'è chi soffre la fame anche nel mio paese e non ci si può occupare di chi vive lontano.

Fatto: Una persona su sette, nel mondo, soffre la fame. Ciò significa che una persona su sette non può studiare, o raggiungere il proprio pieno potenziale perché è affamata. Questo ci riguarda tutti. La fame rallenta i progressi in molte aree importanti che collegano le varie nazioni del mondo tra loro.

Mito n. 7 - Non è facile prevedere fame o carestia, quindi non ci si può preparare ad esse.

Fatto: Esistono gli strumenti per monitorare e prevedere l'andamento della produzione alimentare così come dei prezzi dei generi alimentari. Per esempio, il Famine Early Warning System Network (FEWS NET) analizza fattori meteorologici ed economici per mettere in allerta il mondo nei casi in cui ci sia il rischio di fame o carestia.

Mito n. 8 - La fame è solo un problema di salute.

Fatto: La fame ha un impatto anche sull'istruzione e sull'economia. I bambini che soffrono la fame hanno più difficoltà a concentrarsi sulle lezioni, ad imparare o anche solo ad andare a scuola. Senza un'istruzione, sarà più difficile per loro crescere e contribuire alla crescita dell'economia nazionale. Uno studio, effettuato in Guatemala, ha dimostrato che i ragazzi che hanno assunto cibo rafforzato entro i tre anni di vita, da grandi hanno guadagnato il 46 per cento in più rispetto a chi non aveva ricevuto il cibo rafforzato. 

Mito n. 9 - Le persone soffrono la fame solo nelle emergenze o in caso di disastro naturale.

Fatto:  Tra tutti gli affamati nel mondo, solo l'8% soffre la fame a causa delle emergenze. Nel mondo ci sono quasi un miliardo di persone affamte che non fanno notizia e che, invece, vanno a letto a stomaco vuoto ogni giorno. Ecco perché gli interventi a lungo termine, come l'alimentazione scolastica, sono così importanti.

Mito n. 10 - Nell'agenda globale, ci sono temi molto più importanti che la fame.

Fatto: La fame è alla base di moltissimi temi globali. Quando le popolazioni hanno fame, le economie dei paesi soffrono, aumentano le possibilità di conflitto e gli agricoltori non possono coltivare con successo la terra. Bisogna affrontare il dramma della fame se si vogliono risolvere i problemi legati all'ambiente, all'economia e alla sicurezza. 

Mito n. 11 - Non si può fare niente per aiutare chi ha fame.

Fatto: Ci sono molte cose che possiamo fare, sia a livello comunitario che individuale. Le organizzazioni come il WFP hanno bisogno di un sostegno costante e di sforzi per diffondere la consapevolezza del problema a livello comunitario. Tutti possono aiutare. Anche tu. Inizia da dove sei ora: dal web. Vai sul nostro facebook e su twitter @wfp_it, e condividi i nostri link con i tuoi network per far conoscere il problema della fame.