Le donne al centro dell'azione del WFP

Pubblicato il 05 marzo 2013

Una donna innaffia piantine di insalata nell'ambito di un progetto sostenuto dal WFP che insegna alla comunità di famiglie di minatori a coltivare la terra. Copyright: WFP/Stéphanie Savariaud

Le donne sono spesso vittime della fame. Però, sono anche fondamentali per sconfiggerla. Nei loro ruoli di madri, contadine, insegnanti e imprenditrici, posseggono gli strumenti per costruire un futuro libero dalla malnutrizione. In dieci punti, i motivi per cui una parte importante del lavoro del WFP si concentra nel dare forza e potere alle donne.

 

1. Nei paesi in via di sviluppo, il 79 per cento delle donne inserite nel sistema produttivo lavora nella produzione di cibo in agricoltura. Le donne rappresentano il 43 per cento della forza lavoro nelle campagne.

2.    I raccolti delle contadine sono del 20-30 per cento più scarsi di quelli degli uomini, perché le donne hanno minore accesso a sementi di buona qualità, fertilizzanti e attrezzature agricole.
3.    Se si danno più risorse alle contadine, il numero degli affamati nel mondo potrebbe diminuire di 100-150 milioni di persone.
4.    Studi effettuati in vari paesi hanno dimostrato che è speso dalle donne l’85-90 per cento del tempo destinato alla preparazione del cibo per la famiglia.
5.    In alcuni paesi, la tradizione esige che le donne mangino per ultime, dopo i componenti maschili della famiglia e i bambini.
6.    Quando scoppia una crisi, le donne sono, in genere, le prime a ridurre i propri consumi alimentari a favore di quelli delle loro famiglie.
7.    Madri malnutrite hanno più probabilità di dare alla luce bambini sottopeso che, a loro volta, hanno il 20 per cento in più di probabilità di morire prima dei cinque anni.
8.    Nei paesi in via di sviluppo, circa la metà delle donne in gravidanza soffre di anemia. La mancanza di ferro è la causa di circa 110.000 morti di parto ogni anno.
9.    Diverse ricerche confermano che mettere una quantità maggiore di risorse economiche nelle mani delle donne migliora la salute e la nutrizione dei bambini.
10.    L’istruzione è fondamentale. Uno studio dimostra come l’istruzione delle donne contribuisca alla riduzione della malnutrizione infantile per il 43 per cento, più di quanto possa contribuire la disponibilità di cibo (che conta solo per il 26 per cento).

 

Fonti: