"Give for Food", un esempio per il resto del mondo. Parola di Ertharin Cousin.

Pubblicato il 01 aprile 2016

Uno stralcio dell’intervista alla Direttrice esecutiva del WFP, Ertharin Cousin, nel magazine di aprile 2016 di Alitalia, Ulisse.

Il numero di aprile del magazine di Alitalia, Ulisse, ospita l’intervista alla Direttrice esecutiva del WFP, la quale ricorda le motivazioni che l’hanno spinta ad impegnarsi per la lotta contro la fame nel mondo.

ROMA – “Give for Food” è un importante passo verso “Zero Hunger”. Con questa partnership possiamo coinvolgere milioni di passeggeri Alitalia che vogliono saperne di più su come aiutare a sconfiggere la fame e a scolarizzare i bambini.».

Ertharin Cousin sottolinea così l’importanza della collaborazione con Alitalia – la prima del WFP con una compagnia aerea – in occasione dell’intervista rilasciata alla redazione di Ulisse, lo storico magazine Alitalia presente su tutti i voli e in tutte le lounge della compagnia italiana nel mondo che ogni anno ha un potenziale di 24 milioni di lettori.

La Cousin ripercorre i momenti decisivi della propria vita che, sin da giovanissima, l’hanno spinta ad impegnarsi in prima linea a sostegno dei più vulnerabili, sino a diventare la leader della più grande agenzia umanitaria delle Nazioni Unite che fornisce assistenza alimentare e non solo. 
Il vero successo? Trasformare la vita degli 800 milioni di persone che ogni giorno patiscono la fame. Perché “Zero Hunger” è un obiettivo alla nostra portata e può essere un obiettivo di tutti.