L’Italia passa alla Spagna la Direzione del gruppo 'Amici di UNHRD'’

Pubblicato il 18 giugno 2018

 

ROMA – Oggi, nel corso di una cerimonia tenutasi nell’ambito della sessione annuale del Consiglio d’Amministrazione del World Food Programme (WFP), il governo italiano ha passato la Direzione del gruppo ‘Amici di UNHRD’ (United Nations Humanitarian Response Depot) al governo spagnolo. 

 

L’evento, promosso anche dal governo di Panama, ha rappresentato l’opportunità per celebrare il diciottesimo anniversario di UNHRD che fu inaugurato, per la prima volta, a Brindisi nel giugno 2000. 

Il network delle Basi di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite è uno dei servizi condivisi che il WFP offre alle altre agenzie dell’ONU, alle ONG e alle istituzioni governative per la preparazione e la risposta alle emergenze. Il Direttore Esecutivo del WFP, David Beasley, ringraziando il gruppo ‘Amici di UNHRD’ per il loro solido sostegno, ha detto: “Il sostegno del network di UNHRD è vitale per la nostra capacità di risposta veloce ed efficiente alle emergenze in tutto il mondo. Il WFP e i nostri partner umanitari apprezzano moltissimo il sostegno pratico e l’amicizia del gruppo ‘Amici di UNHRD’”. 

Dalla sua nascita, UNHRD ha continuato a rafforzare nuove partnerships per migliorare le attività di preparazione alle emergenze e coordinare gli sforzi di risposta alle persone bisognose. Attualmente UNHRD conta 86 partner umanitari.

Creato nel 2015 dal governo italiano, ‘Amici di UNHRD’ mette insieme donatori, partner e altri attori allo scopo di aumentare la conoscenza del ruolo di UNHRD nell’architettura umanitaria globale, riconoscendo il bisogno di investire nella preparazione e nella risposta alle emergenze e per assicurare un Network UNHRD sostenibile.  

L’Ambasciatore Pierfrancesco Sacco, Rappresentante Permanente dell’Italia presso le agenzie ONU a Roma, ha passato la Direzione di ‘Amici di UNHRD’ e ha sottolineato con orgoglio il ruolo della base di Brindisi nell’anticipare i bisogni degli interventi umanitari in uno scenario internazionale in cambiamento e sempre più complesso. 

Nel prendere in carico la Direzione, l’Ambasciatore Jesús Manuel García Aldaz, Rappresentante Permanente della Spagna presso le Nazioni Unite a Roma, ha detto: “La base logistica a Las Palmas è sempre pronta e strategicamente posizionata per assistere in ogni emergenza, soprattutto in Africa. Lo spirito dell’Agenda 2030 richiede innovazione e l’istituzione di partnership trasformative, incluso con il settore privato e le università”.

Angelica Jacome, Rappresentante Permanente di Panama, ha detto come “attraverso il suo Centro Logistico Regionale per l’Assistenza Umanitaria, che ospiterà UNHRD, il governo di Panama offre al mondo, alla regione e ai suoi partner una piattaforma unica volta a fornire una risposta umanitaria sempre più efficace ed efficiente per salvare e cambiare le vite e non lasciare nessuno indietro”. 

Il network UNHRD, che offre soluzioni di supply chain alla comunità umanitaria, ha sei basi umanitarie strategicamente posizionate ad Accra (Ghana), Brindisi (Italia), Dubai (Emirati Arabi Uniti), Kuala Lumpur (Malesia), Las Palmas (Spagna) e Panama City. Alla cerimonia di oggi hanno partecipato anche rappresentanti degli altri paesi ospitanti. 

Alla cerimonia di passaggio di consegne è seguita l’apertura di una mostra dedicata alla storia e alle attività di UNHRD e del suo Innovation Lab, aperta ai membri del Consiglio d’Amministrazione e allo staff WFP fino alla fine di questa settimana.