Comunicato Stampa WFP - Sostegno vitale della Commissione Europea all’assistenza alimentare del WFP in Siria

Pubblicato il 28 dicembre 2017

Nel 2017, la Direzione per gli Aiuti umanitari e la protezione civile della Commissione europea (ECHO) ha contribuito con 22,8 milioni di dollari alle operazioni di assistenza alimentare salvavita dell’agenzia ONU World Food Programme (WFP) dirette alle famiglie in Siria.

Il sostegno di ECHO è stato fondamentale per assistere fino a quattro milioni di persone, ogni mese, in tutta la Siria, inclusi i governatorati, a nord-est del paese, di Hasakeh, Raqqa e Deir Ezzor. Il generoso contributo ha, inoltre, messo il WFP in grado di rispondere rapidamente ai nuovi spostamenti di popolazione in tutto il paese. Le famiglie hanno ricevuto razioni di cibo contenenti prodotti come riso, lenticchie, fagioli, ceci e olio vegetale, sufficienti a sfamare una famiglia di cinque persone per un mese. 
 
“Sappiamo che possiamo sempre contare sul generoso sostegno della Commissione Europea e di altri partner, nel raggiungere le popolazioni vulnerabili che hanno bisogno di assistenza alimentare”, ha detto Jakob Kern, Rappresentante e Direttore WFP in Siria. “Siamo felici di continuare la nostra cooperazione al fine di alleviare le sofferenze delle famiglie sfollate in Siria”, ha aggiunto Kern. 
 
Tuttavia, nonostante il sostegno dei donatori, il WFP è stato recentemente costretto a ridurre la sua assistenza alimentare in Siria. A causa della scarsità di finanziamenti, il WFP riesce a raggiungere al momento 3,3 milioni di persone nel paese. L’attuale conflitto in atto ha intrappolato le persone in un ciclo di fame e povertà, con quasi 6,5 milioni di persone che soffrono di fame acuta e quattro milioni che rischiano di vivere nell’insicurezza alimentare. 
 
Per continuare a fornire assistenza alimentare a quanti ne hanno bisogno, in Siria, il WFP ha urgente bisogno di 263 milioni di dollari per i primi sei mesi del 2018.