Comunicato stampa WFP - Sierra Leone: iniziate le distribuzioni di cibo a migliaia di persone colpite dalle frane

Pubblicato il 16 agosto 2017

Il World Food Programme sta distribuendo assistenza alimentare a 7.500 persone colpite dalle ingenti frane e alluvioni che hanno colpito la Sierra Leone.

FREETOWN – L’agenzia ONU World Food Programme (WFP) sta distribuendo assistenza alimentare a 7.500 persone colpite dalle ingenti frane e alluvioni che, in Sierra Leone, hanno causato molte vittime e lasciato un numero ancora maggiore di persone senza un tetto e con un disperato bisogno di assistenza.
 
A poche ore dalle frane che, lunedì, hanno colpito alcune zone nei pressi di Freetown, il WFP ha iniziato a distribuire razioni iniziali di riso, legumi, olio vegetale e sale, sufficienti per due settimane, alle comunità maggiormente colpite di Regent, Sugar Load e Mortomeh, nei dintorni della capitale.  L’assistenza sarà fornita sia a chi è sopravvissuto alle frane che alle famiglie ospitanti, oltre che agli addetti ai soccorsi e a chi lavora negli obitori.
 
Le Nazioni Unite hanno incaricato il WFP di sostenere e coordinare una risposta umanitaria congiunta ed efficace per assicurare cibo, ripari e altra assistenza essenziale il più rapidamente possibile a quanti ne hanno bisogno. 
 
“Le frane hanno lasciato una scia di morte e devastazione” ha detto Housainou Taal, Rappresentante e Direttore WFP nel paese. “I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alle vittime e alle loro famiglie. Ci stiamo ora concentrando sui sopravvissuti, in modo che possano ristabilirsi e riprendere le proprie vite”.  
 
L’esperienza dell’epidemia di Ebola in Sierra Leone ha preparato la comunità umanitaria ad offire una risposta rapida e congiunta a questa emergenza. Oltre a consegnare assistenza alimentare, il WFP sta lavorando a stretto contatto con il governo e gli altri partner negli sforzi di ricerca e recupero, specialmente nella fornitura di servizi logistici, mappature geospaziali delle aree del disastro e altro supporto.
 
“Possiamo solo sperare che smettano le piogge e le alluvioni improvvise, così che l’attuale emergenza non si trasformi in una catastrofe più grande”, ha aggiunto Taal. 
 
Il WFP lavora in Sierra Leone dal 1968. La nostra assistenza alimentare e nutrizionale aiuta oltre 800.000 persone a costruire la resilienza e sostiene alcuni tra i residenti più vulnerabili, inclusi gli orfani e i sopravvissuti ad Ebola, e le persone che vivono con HIV e la tubercolosi, oltre ai piccoli agricoltori.