Comunicato Stampa WFP - Libia: il WFP fornisce assistenza alimentare d’emergenza alle famiglie di Sabrata colpita dal conflitto

Pubblicato il 12 ottobre 2017

La situazione umanitaria in Libia continua a peggiorare a causa del conflitto in corso, dell’instabilità politica e delle disfunzioni nei mercati e nella produzione locale di cibo. Nel 2017, il WFP prevede di assistere 175.000 libici che soffrono di insicurezza alimentare.

TUNISI – L’agenzia delle Nazioni Unite World Food Programme (WFP) ha iniziato a fornire assistenza alimentare vitale alle famiglie sfollate a causa degli scontri tra gruppi armati a Sabrata, nella Libia occidentale. L’area ha di recente visto un aumento nei combattimenti.

Dalla fine di settembre, oltre 15.000 persone si sono spostate nelle città vicine e nelle aree più tranquille della città di Sabrata.

“Con l'aiuto dei nostri partner libici sul campo, il WFP sta fornendo cibo sufficiente a nutrire, questa settimana, 1.500 persone gravemente colpite dai combattimenti”, ha dichiarato Richard Ragan, Direttore dell’ufficio del WFP in Libia.

Il WFP sta fornendo assistenza alimentare a quasi 300 famiglie. Ciascuna razione garantisce a una famiglia di cinque persone riso, pasta, farina di grano, ceci, olio vegetale, zucchero e concentrato di pomodoro per un mese.

“A causa del conflitto, molti dei normali sistemi sui quali la gente fa affidamento per soddisfare le proprie esigenze quotidiane hanno smesso di funzionare”, ha detto Ragan. “Il sostegno del WFP dà speranza a coloro che hanno più bisogno e offre assistenza alimentare salvavita in un periodo in cui c’è urgente bisogno di aiuto”.

Nel 2017, il WFP prevede di assistere 175.000 libici la cui insicurezza alimentare significa che non hanno certezza di quando potranno consumare il prossimo pasto. Viene data priorità alle famiglie più vulnerabili, specialmente agli sfollati, a chi è ritornato nelle proprie case e ai rifugiati, così come alle famiglie con donne disoccupate come capofamiglia. 

La situazione umanitaria in Libia continua a peggiorare a causa del conflitto in corso, dell’instabilità politica e delle disfunzioni nei mercati e nella produzione locale di cibo, tutti fattori che colpiscono i mezzi di sussistenza delle persone e la loro capacità di fare fronte ai bisogni di base, incluso il cibo. 

Il WFP, che dipende interamente da contributi volontari dei governi, del settore privato e di privati cittadini, ha urgentemente bisogno di 9,2 milioni di dollari per continuare le sue operazioni di assistenza alimentare in Libia nei prossimi sei mesi.