Comunicato stampa WFP ITALIA: Tiziana Dell'Orto DG WFP ITALIA alla conferenza stampa COUS COUS FEST a San Vito lo Capo

Pubblicato il 20 settembre 2017

Il WFP ITALIA patrocina la 20^ edizione del Festival dell'Integrazione Culturale COUS COUS FEST a San Vito lo Capo (TP). Un cous cous solidale firmato da Filippo La Mantia. Il ricavato andrà al World Food Programme in favore dei bambini più bisognosi al mondo.

“Il cibo è da sempre un momento di condivisione”, afferma Tiziana dell’Orto, Direttore Generale del WFP Italia, la Onlus che in Italia opera per il World Food Programme (WFP), la più grande Agenzia delle Nazioni Unite, la cui missione fondamentale è quella di fornire cibo e assistenza ogni anno più di 80 milioni di persone in 80 Paesi del mondo. 
 
“Grazie agli organizzatori, questa edizione del Cous Cous Festival darà a tutti i partecipanti l’opportunità di condividere un pasto con chi ne ha più bisogno, partecipando al Cooking Show di Filippo La Mantia e donando direttamente dal nostro sito web”.
 
Il ricavato del cooking show del 22 settembre ore 16 di Filippo La Mantia, testimonial del WFP Italia, verrà interamente devoluto a sostegno del Programma del WFP che garantisce Pasti a Scuola e istruzione ai bambini più bisognosi del mondo. 
 
Tiziana dell’Orto illustrerà il Programma Pasti a Scuola durante il Talk show Cafè le Cous Cous del 22 settembre ore 21.30.
 
Il Programma Pasti a Scuola del WFP: cibo e istruzione per nutrire corpo e mente
Ad oggi 815 milioni di persone soffrono la fame e milioni di bambini muoiono ogni anno a causa della malnutrizione. 
Il WFP è il più grande fornitore di Pasti a Scuola: ogni anno fornisce cibo e istruzione a 20 milioni di bambine e bambini di 62 Paesi tra i più poveri di America Latina, Asia, Africa.
 
La scuola è dove si gettano le fondamenta per un futuro prospero per ogni paese. 
Il WFP distribuisce a scuola colazione, pranzo o entrambi. I pasti nutrienti vengono preparati nelle scuole o dalla comunità locale.
 
Il cibo a scuola e alle famiglie incoraggia i genitori a mandare i figli a scuola. Quelli più a rischio sono sottratti dal lavoro minorile o dai matrimoni precoci. 
 
Un pasto scolastico giornaliero permette ai bambini di concentrarsi sugli studi, incrementa le iscrizioni e la frequenza e garantisce ai bambini il cibo nutriente per poter crescere sani.
 
Nei paesi poveri, i pasti scolastici sono spesso l’unico pasto regolare e nutriente che un bambino riceve.
 
Il cibo fornito proviene, laddove è possibile, da coltivazioni locali sostenendo l’economia locale.