Aggiornamento Operativo WFP - Il WFP è preoccupato per gli alti tassi di malnutrizione tra i rifugiati Rohingya a Cox's Bazar

Pubblicato il 20 novembre 2017

Cox’s Bazar – Aggiornamento operativo del 13 novembre 2017. Il WFP sta raddoppiando i propri sforzi per fare fronte alla malnutrizione che si registra tra i rifugiati a Cox’s Bazar, in Bangladesh. C'è bisogno però di un maggiore sforzo, perché l'acqua potabile, i servizi igenici e le strutture sanitarie sono tanto importanti quanto il cibo per combattere efficacemente la malnutrizione.

  • Secondo una nuova indagine condotta da UNICEF, Action Contre la Faim, Save the Children, UNHCR e WFP, si registrano tassi allarmanti di malnutrizione nel campo rifugiati di Kutupalong. I risultati preliminari indicano che un bambino Rohingya su quattro soffre di malnutrizione: si tratta di un tasso più elevato del previsto.
  • Il WFP fornisce ai nuovi arrivi biscotti arricchiti con micronutrienti; poi dopo la registrazione vengono effettuate regolari distribuzioni di riso, olio vegetale e lenticchie; pasti caldi attraverso le cucine comunitarie; porridge nutriente per le donne incinte, per le madri che allattano e per i bambini al di sotto dei cinque anni.
  • Altre verifiche, che avranno luogo a novembre, forniranno un quadro più chiaro della situazione nutrizionale dei nuovi arrivati: verifiche nutrizionali in altri due siti nei pressi di Cox's Bazar e una verifica del WFP sulla sicurezza alimentare delle famiglie con indicatori nutrizionali. I risultati serviranno a perfezionare le proiezioni dei livelli di malnutrizione acuta e saranno utili per una più ampia risposta di emergenza.
  • Il solo cibo non basta per sconfiggere la malnutrizione; scarsa igiene e acqua non potabile possono facilmente peggiorare il problema. Più della metà dei nuovi arrivati ​​soffre di diarrea.
  • Per prevenire la malnutrizione, il WFP fornisce una miscela di porrdige super nutrizionale (SuperCereal) a tutti i bambini al di sotto dei cinque anni. Stiamo lavorando per  diversificare il regime alimentare dei rifugiati, con alimenti freschi di provenienza locale. Le scatole di cibo saranno personalizzate a seconda delle dimensioni della famiglia, con razioni alimentari più grandi per famiglie più numerose.
  • Il nostro staff è al lavoro per raggiungere i più vulnerabili anche andando casa per casa, così da poter valutare i livelli di malnutrizione delle persone anche nelle abitazioni e, nel caso, indirizzare coloro più a rischio ai vicini centri nutrizionali.
  • Il WFP sta attualmente fornendo supporto nutrizionale distribuendo Super Cereal Plus a più di 68.000 donne incinte e madri con figli piccoli. Super Cereal Plus è una miscela fortificata di porridge con elementi nutritivi.
  • L'obiettivo del WFP è la sicurezza alimentare e una vita dignitosa sia per le comunità locali che per i nuovi arrivati, quindi dobbiamo cercare di creare opportunità dalle quali entrambi possano trarre beneficio.
  • Il WFP ha urgentemente bisogno di 55 milioni di dollari per sostenere un milione di persone a Cox's Bazar in Bangladesh, inclusi i nuovi arrivati, le persone che vivevano già nei campi vicino al confine e le comunità ospitanti.

 

Leggi la pagina dell'emergenza in Bangladesh/Myanmar (in inglese)