Aerei, navi e camion del WFP raggiungono le aree più isolate delle Filippine colpite dal tifone Haiyan

Pubblicato il 26 novembre 2013

Elicotteri del WFP partono per distribuire riso e biscotti ad alto contenuto energetico alle comunità alluvionate delle Filippine. (Copyright: WFP/Philippe Martou)

Le valuazioni sullo stato della devastazione causata dal super tifone Haiyan evidenziano la necessità di fornire assistenza alimentare a tutte le comunità interessate. Il WFP estende la portata degli aiuti con i ponti aerei, traghetti e camion.

TACLOBAN, Filippine – Le valuazioni sullo stato della devastazione causata dal super tifone Haiyan evidenziano la necessità di fornire assistenza alimentare a tutte le comunità interessate. Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) estende la portata degli aiuti con i ponti aerei, traghetti e camion.

“Mentre entriamo nella terza settimana di risposta all’emergenza, il cibo continua a rappresentare un bisogno prioritario per le comunità colpite. Ci sono stati progressi significativi nella fornitura di beni di prima necessità e si continua ad ampliare il raggio delle operazioni in modo da raggiungere la popolazione delle isole periferiche”, ha detto Praveen Agrawal, Direttore del WFP nelle Filippine.


•    Riso e biscotti ad alto contenuto energetico (HEBs) sono stati ditribuiti per via aerea alle comunità delle isole più distanti, al largo delle coste di Guiuan e Iloilo. Alcuni di questi luoghi difficili da raggiungere stanno ricevendo assistenza alimentare per la prima volta.

•    La prima fase di una valutazione multi-settoriale – coordinata da OCHA con il supporto tecnico del WFP – è stata completata. Essa fornisce un’istantanea delle ampie aree geografiche colpite e delle necessità immediate alle quali far fronte. La valutazione sarà discussa con il governo filippino e guiderà la strategia della risposta futura.

•    Dal 13 novembre, il WFP ha inviato più di 4.000 tonnellate di riso e 127 tonnellate di biscotti ad alto contenuto energetico che sono stati distribuiti dai nostri partner. Il WFP sta lavorando a stretto contatto con il governo delle Filippine nelle operazioni di soccorso. Il dipartimento del Social Welfare e dello Sviluppo ha distribuito oltre 1,3 milioni di pacchi alimentari per le famiglie contenenti riso del WFP.

•    Il WFP sta collaborando con Oxfam per realizzare, a Tacloban, un progetto pilota di “cibo in cambio di lavoro” che coinvolge 400 persone impegnate nella riparazione di infrastrutture danneggiate.

•    I camion del WFP stanno consegnando consistenti razioni di riso alle comunità sulla costa di East Samar e Guiuan, duramente colpite dal tifone.

•    Una speciale nave cargo, con 2.400 tonnellate di carico, è arrivata a Tacloban lunedì trasportando beni di prima necessità inclusi tende, coperte, kit per l’acqua, taniche e attrezzature per la logistica per conto dell’intera comunità umanitaria. La nave continuerà a trasportare i soccorsi da Cebu a Tacloban.

•    Dalle Basi di Pronto Intervento Umanitario di Dubai, Subang e Brindisi, gestite dal WFP, sono partite per le Filippine 1.012 tonnellate di beni di prima necessità e rifornimenti come tende, kits igienici e per neonati, depositi mobili.

•    Il cluster per le Telecomunicazioni d’emergenza, sotto la responsabilità del WFP, fornisce servizi di telecomunicazioni incluse connessioni internet e comunicazioni radio, a circa 1.000 operatori umanitari in 10 diverse località.

•    Il Servizio aereo umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS), gestito dal WFP, ha messo a disposizone della comunità umanitaria due elicotteri e un aereo da nove passeggeri. Finora, UNHAS ha trasportato in 9 diverse località 167 operatori umanitari effettuando 43 voli.

•    Il WFP stima che il costo dell’operazione per i prossimi sei mesi sarà di circa 103 milioni di dollari. Di questi, 88 milioni sono per il cibo, 12 milioni per garantire la logistica e le telecomunicazioni di emergenza alla comunità umanitaria nel suo insieme e 2 milioni per sostenere la sicurezza alimentare e l’agricoltura.