“Tutto sulla sua testa” è a Milano

Milano, Palazzo Moriggia - Museo del Risorgimento - Mercoledì, 15 Maggio 2013
Dal 15 maggio al 30 giugno appuntamento a Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento con “Tutto sulla sua testa. Quando la soluzione alla fame è donna".

Dopo le precedenti tappe espositive – l’inaugurazione ha avuto luogo a Roma il 5 ottobre del 2012 -, “Tutto sulla sua testa”, mostra fotografica a cura del WFP Italia, arriva nel capoluogo lombardo in collaborazione con l’Assessorato Cultura del Comune di Milano – Raccolte Storiche nell’ambito della seconda edizione degli “ExpoDays”, palinsesto di manifestazioni e iniziative dedicati al tema della nutrizione, promosso da Comune di Milano ed Expo 2015 S.p.A., nel quadro del programma City Operations, il piano delle attività integrate per la preparazione della città all’accoglienza dell’Esposizione universale, dal  tema “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”.

Dal 14 maggio al 30 giugno a Palazzo Moriggia sarà possibile vedere la selezione di fotografie che gli operatori del WFP hanno scattato in tutto il mondo per raccontare il ruolo cruciale della donna nei paesi dove si soffre la fame. Le foto mostrano tutte immagini di donne che trasportano sul capo il cibo o altri oggetti, e il titolo scelto ha un doppio significato: il peso che le donne trasportano sulla testa è anche quello invisibile della responsabilità per il mantenimento e l’educazione dei figli e della famiglia, così come per lo sviluppo della comunità di riferimento.

Come nelle altre tappe, anche a Milano “Tutto sulla sua testa. Quando la soluzione alla fame è donna” sosterrà il programma P4P (Purchase for Progress) del WFP che garantisce alle donne accesso al mercato agricolo migliorando così il loro status economico e sociale. Ogni visitatore potrà contribuirvi con una donazione libera nelle teche dedicate alla raccolta fondi .

Attigua alla mostra del WFP, e ospitata anch’essa a Palazzo Moriggia, la rassegna “Omaggio alle donne asiatiche” a cura di Piero Carulli, volontario del Comitato Italiano per il Programma Alimentare Mondiale (WFP Italia). Ne fanno parte fotografie scattate da Carulli nel corso dei suoi viaggi in Vietnam, Kazakistan, Kirghizistan e Tailandia.